Nell'Archivio parrocchiale di Vendrogno è conservata una copia dei Mottetti C stampati a Venezia nel 1504 da Ottavio Petrucci. È una delle poche copie esistenti al mondo e fra le più complete: presenta infatti tre dei quattro libri-parte di cui era originariamente composta (Alto, Tenor, Bassus: manca il Cantus), mentre nella maggior parte delle biblioteche ne sopravvivono oggi uno o due. Petrucci (1466-1539) fu il più grande stampatore di musica del Rinascimento, detto perciò "il Gutemberg dell'editoria musicale". Splendido esempio di stampa a impressione multipla (un difficile processo tecnico che prevedeva la stampa in fasi successive di testo, righe, note, nel quale Petrucci ottenne risultati di perfezione insuperata), la raccolta Mottetti C è così chiamata perché è il terzo volume di mottetti stampato dall'editore. I mottetti sono composizioni polifoniche su testo latino di contenuto prevalentemente sacro. Il libro ne contiene un gran numero, in parte anonimi, in parte attribuiti ai massimi compositori del Rinascimento europeo.

La copia di Vendrogno è particolarmente significativa poiché presenta note di possesso che rimandano a personaggi della storia locale: essa appartenne al prete Pietro Battaglia de Musonis, esponente di una famiglia che diede alla Muggiasca e alla Valsassina comandanti militari, notai, sacerdoti. Nel 1453, Giovanni Pietro guidò vittoriosamente le milizie della Muggiasca contro i Veneziani; nella seconda metà del Cinquecento, Pietro de Musonis, certamente parente, ma non identificabile con il possessore dei libri musicali, fece realizzare lo splendido ciclo di affreschi della chiesa di S. Antonio.

I volumi sono stati recentemente al centro di un progetto di valorizzazione promosso dalla Parrocchia e dall'associazione Sviluppo Non Profit di Lecco, con la consulenza scientifica del musicologo Angelo Rusconi e con il contributo della Provincia di Lecco, del Comune di Vendrogno, della Fondazione della Provincia di Lecco e di altri sostenitori pubblici e privati: sabato 6 agosto 2005 si è svolta conferenza con la partecipazione di due importanti studiosi, il dott. Mario Armellini del Civico Museo Bibliografico Musicale di Bologna e il prof. Iain Fenlon del King's College di Cambridge; sabato 13 agosto 2005 alcuni mottetti contenuti nella raccolta sono stati eseguiti nella chiesa di S. Lorenzo dalla grande cantante inglese Catherine King e dal liutista David Miller.


Dei tre libri-parte è stata realizzata la riproduzione fotografica digitale in CD ROM, così che il loro contenuto possa essere messo a disposizione degli studiosi e dei musicisti evitando il deterioramento degli originali. Per la consultazione del CD ROM, le persone interessate possono rivolgersi a: Parrocchia di Vendrogno, nei seguenti orari: Sabato ore 10-12 o per appuntamento (tel. 0341 870161).


Bibliografia

CLAUDIO SARTORI, Bibliografia delle opere musicali stampate da Ottaviano Petrucci, Firenze, Olschki, 1948 (Biblioteca di bibliografia italiana, 18), pp. 82-85 e 181-182

ANGELO RUSCONI, Una nuova copia dei Mottetti C, in Venezia 1501: Petrucci e la stampa musicale - Venice 1501: Petrucci, Music, Print and Publishing, Atti del convegno internazionale, Venezia - Palazzo Giustinian Lolin, 10-13 ottobre 2001, a cura di Giulio Cattin e Patrizia Dalla Vecchia, Venezia, Edizioni Fondazione Levi, 2005 (Serie III: Studi musicologici, B: Atti di Convegni, 6), pp. 755-764

JEFFREY DEAN, Some observations on "Mottetti C": C for Confusion, Chronology, and "Concede nobis", ivi, pp. 375-389

RICHARD SHERR, Petrucci and the problem of 'Planxit autem David', ivi, pp. 351-373